Cerca nel sito

Banner
Share

Attiviamo il blog aziendale per comunicare all'esterno della nostra azienda ciò che viene discusso nel lavoro di tutti i giorni.

Riteniamo che mostrare i nostri pensieri e gli argomenti delle discussioni che avvengono in uffiico possano comunque costituire per il lettore della rete una chiave di lettura del nostro modo di essere e che in ogni caso, si spera, possa innescare curiosità verso le tematiche sostenibili.

Naturalmente sarebbe per noi molto importante avere il contributo dei visitatori, qualsiasi esso sia; unico limite, rispettare le regole del bon ton della rete.  



Mer

16

Mag

Sospesa dal Consiglio di Stato la delibera AEEG 187/11 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Share

Senza_titolo-1E' con grande sollievo che parte della delibera 187/11 dell'Autorità per l'Energia è stata sospesa dal Consiglio di Stato. Riteniamo affermare che dietro i doverosi aggiustamenti del TICA introdotti con la delibera 187/11 si nascondono norme fin quasi vessatorie che mettono in difficoltà tutti gli operatori delle energie rinnovabili, soprattutto i piccoli. Dopo questa sospensione si spera che alcune norme, in specifico quelle che definivano l'applicazione retroattiva delle regole e dei costi previsti nel nuovo TICA in caso di richieste di varianti di connessione e in caso di aggiornamento delle aree critiche, vengano riviste garantendo che degli investimenti di lavoro e denaro fin qui fatti non vengano cancellati.

Se degli errori sono stati fatti nella redazione del primo TICA che questi non vengano pagati da coloro che con impegno e coraggio si sono impegnati per contribuire al raggiungimento di obiettivi di interesse nazionale.


( 2 Votes )
 

Ven

11

Mag

Lo strano caso del fotovoltaico a concentrazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Share

Il IV Conto Energia parla chiaro sul fotovoltaico a concentrazione prevedendo per questa tecnologia una tariffa incentivante e uno spazio installabile separato dal fotovoltaico tradizionale.

Di fatto per il fotovoltaico a concentrazione nel IV CE:

  1. è stato riservato un serbatoio di 50-70-90-110 MW installabili rispettivamente per i semestre I 2013, II 20123 , I 2014 e II 2014.
  2. è stata stabilita una tariffa più alta rispetto alle pari categorie di potenza del fotovoltaico tradizionali di cui cito solamente quelle previste nel 2013 per impianti di potenza >1MW che sono omnicomprensive e apri a 0.331 e 0.253 € (quest'ultima in caso di auto consumo).

I motivi per i quali il legislatore abbia voluto riservare questo spazio protetto a questa tecnologia non è citato, tuttavia si può motivare dal fatto che essendo una tecnologia relativamente di nuova concezione necessitava da una parte di quantità installabili adeguate e dall'altra il reintergo degli investimenti fatti dalle società produttrici opportunamente commisurati. 

La nostra compagine, come altre che hanno perseguito un obiettivo strategico nazionale sancito dalla legge, hanno colto a volo il programma di ampio respito proposto dal legislatore individuando le aree idonee al loro sviluppo (aree industriali o industrializzabili), investendo nello sviluppo di questi impianti e riservando la necessaria quantità nella RTN di Enel Distribuzione spa. Ha concordato piani di sviluppo con il  produttore mondiale più avanzato tecnologicamente  dopo una lunga e faticosa campagna di accordi e stesure di contratti con avvocati e commercialisti. Ha stretto accordi con i proprietari e con le PA locali, con le prime stabilendo accordi di acquisto o di accensione del diritto di superficie e con i secondi stabilendo misure di compensazione monetaria o in beni/servizi.  Insomma tanto lavoro e tanti tanti soldi.

fotovoltaico a concentrazione

Ora a distanza di meno di anno dalla emanazione del IV CE, con la pubblicazione della bozza del V Conto Energia (quella riportante il nome di un dipendente Enel, per intenderci), le tariffe sono state dimezzate e non esiste uno spazio fuori dal registro riservato al fotovoltaico a concentrazione, ha escluso la bassa concentrazione dalle tariffe maggiorate e infine non considera le aree industriali quali aree ove gli impianti fotovoltaici in esso realizzati possono godere degli incentivi.

Insomma hanno costruito qualcosa più simile alla "notte dei lunghi coltelli" piuttosto che a un disegno legislativo che curi gli interessi di tutti gli attori in campo.

ps.  a tutt'oggi gli impianti a concentrazione allacciati sono 16 per una potenza totale di 3 MW di cui 2 a bassa concentrazione.

 

 


( 1 Vote )
 

Dom

06

Mag

Quali modalità per l'efficienza energetica in Italia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Share

Si parla molto di efficienza e risparmio energetico quale settore chiave per risollevare il settore edile e l'economia in generale; non si conoscono quali siano le misure previste dal governo, il Ministro Clini parla solamente che dapprima saranno interessati gli edifici pubblici e a seguire quelli privati. E' facile pensare che l'edilizia pubblica sarà finanziata dalle maggiori entrate (o minori sprechi ..vero Bondi) provenienti dalla aumentata pressione fiscale ma non si sa come verrà incentivata l'efficenza/risparmio energetico che ha per ogetto il patrimonio immobiliare privato. Detrazioni fiscali? magari sull'IMU? non credo che ci sia capienza per poter ridurre l'eventuale gettito IMU , ma perchè non farlo? sarebbe il miglior spot possibile, la miccia ideale: offrire una scappatoia legale a questa tassa che appare, a molti strati della società, come la tassa sul macinato della nostra storia patria.

efficienza_energetica_italiNon vorrei dire la solita cosa pessimistica, ma la dico lo stesso, Efficienza energetica nel patrimonio pubblico in ogni caso non fornirà ossigeno ai capillari dell'economia,  servirà solamente a irrorare di danaro le "cricche" che con i lavori pubblici oramai nascono-vivone-crescono da quasi un ventennio, dalla entrata in vigore della cosidetta Legge Merloni.  Legge che di fatto, pur non essendo quello il sio scopo, esclude l'ingresso della competizione nelle gare pubbliche generazioni di imprese e tecnici, rendendo il mercato "pubblico" luogo di pascolo di imprese alla e vertici amministrativi alla Balducci; ma tutto questo è solo..... populismo.


( 1 Vote )
 
« InizioPrec.123456Succ.Fine »

Pagina 4 di 6

energyexpert aderisce a:

european_solar_days

 

Calendario dei post

< Maggio 2019 >
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Ultimi commenti

  • Ciao Luigi, purtroppo no. Leggi ancora...
    29.01.13 11:55
    da: energyexpert_team
  • Ciao avete anjche l'app per iphone???? Leggi ancora...
    29.01.13 11:18
    da: luigi
  • Grazie per l'ottima app. Siete grandi ragazzi Leggi ancora...
    04.01.13 16:14
    da: Andrea
  • L'interfaccia deve essere conforme alle specifiche contenute nella CEI 0-21. Fino al 31 dicembre questa confo... Leggi ancora...
    29.08.12 09:20
    da: Sara
  • buongiorno, sapete dirmi se l'interfaccia richiede gia' ora una certificazione, da azienda abilitata diversa d... Leggi ancora...
    28.08.12 20:13
    da: giorgio
  • Enel ha tutto il diritto di proporre soluzioni che vadano incontro alle proprie oggettive difficoltà nella ges... Leggi ancora...
    05.06.12 10:29
    da: Francesco G.
  • Sono pienamente d'accordo con la Vostra protesta. Anche la ditta dove io lavoro come tecnico la Eurobox Impian... Leggi ancora...
    18.05.12 07:08
    da: Michele Silletti
  • Allego link con intervista ove viene confermato quanto dici: https://www.c6.tv/video/11475-tagli-alle-energie-r... Leggi ancora...
    12.04.12 17:56
    da: Alessio
  • Me la smetto Marco, ma solo dopo aver replicato al tuo commento che è una voce delle tante che con tali motiv... Leggi ancora...
    11.03.12 22:49
    da: Administrator
  • Il certificato energetico è tra tutti i documenti burocratici il più utile tra quelli partoriti dai nostri gov... Leggi ancora...
    09.03.12 13:22
    da: Edi
RSS

Top posters

  • admin
    3 (--1)
  • Sara
    2 (+1)
  • Alessandro
    1 (0)
  • luca
    1 (--2)
  • energyexpert_team
    1 (0)


l'Azienda

Richiedi A.P.E.

Cosa facciamo

Risorse del sito

Contattaci


Tutti i diritti riservati - energy_expert - Roma 2007-2011.