Cerca nel sito

Banner
Share

Attiviamo il blog aziendale per comunicare all'esterno della nostra azienda ciò che viene discusso nel lavoro di tutti i giorni.

Riteniamo che mostrare i nostri pensieri e gli argomenti delle discussioni che avvengono in uffiico possano comunque costituire per il lettore della rete una chiave di lettura del nostro modo di essere e che in ogni caso, si spera, possa innescare curiosità verso le tematiche sostenibili.

Naturalmente sarebbe per noi molto importante avere il contributo dei visitatori, qualsiasi esso sia; unico limite, rispettare le regole del bon ton della rete.  



Dom

05

Feb

Russia chiude i rubinetti del gas PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Share

Oramai, periodicamente, ogni inverno degli ultimi anni, si assiste alla minaccia di chiusure di forniture del gas da parte della Gazprom di Russia.

Questa volta la causa non è la minaccia dell'Ucraina di bloccare il passaggio del gas russo verso l'europa bensì il freddo polare che si sta abbattendo in quell'area! Questo ricorda l'Eni che taglia le forniture non pagate solo quando arriva l'inverno. Qualunque sia il motivo, l'Italia, grazie a questo evento, rischia di vedersi ridotta del 30% la fornitura di gas.

E questo cosa c'entra con il sito di una società che si occupa di efficienza energetica e energia da fonti rinnovabili. C'entra molto perchè ci offre il motivo di dire che noi vogliamo essere pastori, evangelisti, predicatori dell'uso di una diversa tecnologia per riscaldare le nostre case e uffici e per produrrre acqua calda sanitaria.

Siamo predicatori dell'uso di pompe di calore, di caldaie a biomassa, magari quando sarà disponibile dell'eCat dell'ing Rossi.  

I vantaggi: troppi per essere succinti. Gli svantaggi: cambiare caldaia con una pompa di calore. Ma questa, almeno ancora per quest'anno, la pagherete meno della metà.putin_gazprom

ps. qualche vantaggio forse è il caso di elencarlo: emissioni zero in città, alimentare le pompe di calore calore con energia autoprodotta ad esempio tramite impianti fotovoltaico sulle coperture,  nel caso delle biomasse offrire una risorsa aggiuntiva di lavoro e guadagno agli agricoltori della zona evitando lo spopolamento delle campagne, evitare mono/oligopolismi energertici, maggiore sicurezza nelle abitazioni per l'assenza di tubature gas...


( 2 Votes )
 

Mar

31

Gen

Il fotovoltaico su terreno agricolo I° PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Share

Con l'art.65 del Decreto Legge detto "cresci italia" si pone fine agli impianti fotovoltaici a terra in area agricola.

Ho un nodo in gola, una terribile ingiustizia. Cosa dire, di cose da dire ce ne sono molte e sarebbe necessario un saggio e non un blog. Comunque certe cose vanno dette anche se c'è da lavorare.

Inizierei con un cappello su cosa vuol dire la tecnologia fotovoltaica, una tecnologia che per la prima volta nella storia dell'umanità consente a chiunque di divenire produttore di energia e di autoprodursi l'energia di cui la propria persona o la propria famiglia necessita; e questo senza possedere una conoscenza tecnica e una disponibilità di danaro non comune a tutti i cittadini.

Non bisogna essere degli ingegneri nucleari o dei Paperoni per comprare e piazzare un pannello sulla casa o sul terreno.

Il fotovoltaico rappresenta una tecnologia di produzione di energia democratica! Non ci avevate mai pensato che con il solo sorgere del sole potete avere tutta l'energia che vi serve per accendere i phon o il computer e fra poco anche per girare in macchina.

Qualcuno contesterà che di notte non c'è nulla e che nelle giornate grigie non potrei fare la lavatrice. E' vero, ci sono ancora dei limiti, ma l'intelligenza dell'uomo, sta  rapidamente per colmare queste carenze anche con l'ausilio di altre fonti di energia e/o tramite reti intelligenti di trasmissione e immagazzinamento dove si gestiranno domanda e offerta di energia (anche in Italia, qualcuno si sta già occupando di questo - guarda le smart grid).

Ma fondamentalmente la tecnologia fotovoltaica rappresenta l'acceso alla produzione di energia del singolo cittadino per il proprio fabbisogno personale. Una energia pulita!  Una rivoluzione di cui non ci siamo accorti della portata. Anzi ci è stata imposta la sola faccia negativa come l'eccesivo aumento della bolletta elettrica oppure l'impatto sul paesaggio!

Tutti aspetti trascurabili se ci si ragiona sopra.


( 1 Vote )
 

Ven

14

Ott

Da VIP a ZIP PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Share

Leggendo le riviste della mia compagna, anzi la rivista una, Vanity Fair, una gran parte viene riservata ai VIP agli attori famosi od emergenti soprattutto del cinema internazionale. Rimango sempre colpito dal fatto che quasi tutti questi VIP e artisti dedichino una parte del loro tempo ad attività che si possono definire etiche o sociali: chi l'ambasciatore Onu contro la violenza sui bambini, chi ne adotta qualcuno, chi non mangia carne per inquinare meno, chi compra solo biologico ecc... fra questi c'è chi comincia a parlare di mobilità elettrica, di acquisti di case che non consumano e così via. Non so se questo sia motivato da una innata sensibilità di "casta" o che tentino di pulirsi la coscienza agli occhi di chi li idolatra e gli permette di vivere una vita (apparentemente) bella ma quesa non fanno ma.... la cosa mi fa venire in mente che per fortuna il messaggio che stanno trasmettendo al pubblico, ai fans che li guardano, è un messaggio comunque positivo. Fin ora questi VIP hanno trasmesso al pubblico (che li hanno seguiti) il modo di portare i capelli, di fumare, di come atteggiarsi e come vestirsi e dei macchinoni da comprare.  C'è da sperare che ora lo stesso pubblico li segua ancora in pratiche migliori, magari non l'ambasciatore Onu ma un auto elettrica.. .

Potrebbe allora avverarsi il passaggio da un modello VIP a uno ZIP  cioè da Very Important Person che scialacqua e consuma a un modello ZIP Zero impact Person. Da VIP a ZIP; sarebbe fantastico...allo stadio invece della tribuna VIP ci sarebbe la tribuna ZIP. Sarebbero tutti più simpatici.


( 3 Votes )
 
« InizioPrec.123456Succ.Fine »

Pagina 5 di 6

energyexpert aderisce a:

european_solar_days

 

Calendario dei post

< Maggio 2019 >
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Ultimi commenti

  • Ciao Luigi, purtroppo no. Leggi ancora...
    29.01.13 11:55
    da: energyexpert_team
  • Ciao avete anjche l'app per iphone???? Leggi ancora...
    29.01.13 11:18
    da: luigi
  • Grazie per l'ottima app. Siete grandi ragazzi Leggi ancora...
    04.01.13 16:14
    da: Andrea
  • L'interfaccia deve essere conforme alle specifiche contenute nella CEI 0-21. Fino al 31 dicembre questa confo... Leggi ancora...
    29.08.12 09:20
    da: Sara
  • buongiorno, sapete dirmi se l'interfaccia richiede gia' ora una certificazione, da azienda abilitata diversa d... Leggi ancora...
    28.08.12 20:13
    da: giorgio
  • Enel ha tutto il diritto di proporre soluzioni che vadano incontro alle proprie oggettive difficoltà nella ges... Leggi ancora...
    05.06.12 10:29
    da: Francesco G.
  • Sono pienamente d'accordo con la Vostra protesta. Anche la ditta dove io lavoro come tecnico la Eurobox Impian... Leggi ancora...
    18.05.12 07:08
    da: Michele Silletti
  • Allego link con intervista ove viene confermato quanto dici: https://www.c6.tv/video/11475-tagli-alle-energie-r... Leggi ancora...
    12.04.12 17:56
    da: Alessio
  • Me la smetto Marco, ma solo dopo aver replicato al tuo commento che è una voce delle tante che con tali motiv... Leggi ancora...
    11.03.12 22:49
    da: Administrator
  • Il certificato energetico è tra tutti i documenti burocratici il più utile tra quelli partoriti dai nostri gov... Leggi ancora...
    09.03.12 13:22
    da: Edi
RSS

Top posters

  • admin
    3 (--1)
  • Sara
    2 (+1)
  • Alessandro
    1 (0)
  • luca
    1 (--2)
  • energyexpert_team
    1 (0)


l'Azienda

Richiedi A.P.E.

Cosa facciamo

Risorse del sito

Contattaci


Tutti i diritti riservati - energy_expert - Roma 2007-2011.