Guida breve all'APE PDF Stampa E-mail
Share

Che cos’è

L'Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.) è un documento che esprime il consumo energetico degli edifici, ha una validità temporale massima di dieci anni a partire dal suo rilascio ma deve essere aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che modifichi la classe energetica dell’immobile.

bolletteE’ ovvio che il consumo energetico di un edificio si riflette sui costi delle bollette.

Attenzione: La validità temporale massima è subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica degli impianti termici. In altre parole occorre effettuare i normali controlli impiantistici obbligatori previsti.

 

Com’è fatto un APE

L'APE consta di 17 sezioni di cui le più importanti sono la sezione 2 dove viene espressa la classe energetica di appartenenza, la sezione 6 dove sono indicate le modalità per migliorare la classe energetica dell'edicio (ed è la parte che richiede maggiore attenzione da parte del tecnico certificaztore che di fatto dovrà effettuare un micro progetto di miglioramento energetico con tanto di calcolo dei tempi di rientro) e la sezione 7 dove l'indice di prestazione energetica è espresso con un valore numerico attraverso il quale è possibile fare calcoli economici, confronti ecc..

 

Quando occorre redarre l'APE

L'attestato di Prestazione Energetica è necessario in caso di:

  • vendita di interi edifici o di singole unità immobiliari (appartamenti).
  • affitto/locazione di interi edifici o singole unità immobiliari.
  • annunci di vendita o affitto di unità immobiliari (per conoscere il valore l'indice di prestazione energetica da inserire nell'annuncio).
  • edifici di nuova costruzione al termine dei lavori.
  • ristrutturazione importante quando i lavori insistono su oltre il 25% della superficie dell'involucro (pareti e tetti) dell'intero edificio.
  • edifici pubblici ed aperti al pubblico
  • in caso di nuovi o rinnovi contrattuali nella gestione degli impianti termici o di climatizzazione di edifici pubblici

L'attestato va inoltre aggiornato in caso vengano eseguiti lavori di riqualificazione o ristrutturazione che vadano a modificare l'involucro e gli impianto dell'immobile. 
Infine nel caso in cui un immobile sia stato dotato prima del 6 giugno 2013 di un ACE ovvero Attestato di Certificazione Energetica, non è necessario venga sostituito dall'APE Attestato di Prestazione Energetica.

 

Quali sono le altre formalità relativa all'APE

In caso di contratti di vendita o di nuova locazione di edifici/unità immobiliari sussiste l'obbligo di:

  • consegnare una copia dell'APE all'acquirente all'atto di compravendita o di locazione;
  • allegare il libretto di impianto all'APE(è bene precisare che qualora non venga effettuata regolare manutenzione dell'efficienza di impianto l'APE "scade" il 31/12 dell'anno sucessivo all'anno in cui non è stato efftuatta la manutenzione;
  • inviare copia dell'APE alla Regione entro i 15 giorni successivi dalla emissione del certificato;
  • riportare il valore dell'indice di prestazione energetica dell'involucro edilizio e globale dell'edificio o dell'unità immobiliare e la classe energetica corrispondente sugli annunci di vendita e di locazione;
  • inserire, nel contratto di compravendita e di locazione, apposita clausola con la quale l'acquirente o il conduttore a seconda dei casi, dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, riguardante l'attestazione della prestazione energetica degli edifici.

Per ulteriori informazioni scrivi a info@energyexpert.it